Cristina Oliva Patrick

CineRecensione

The Assassin del taiwanese Hsiao-Hsien

di Cristina Oliva Patrick

Risultati immagini per the assassin film

Il film più recente di Hsiao-Hsien The Assassin, che gli è valso la miglior regia al Festival di Cannes lo scorso anno, è la storia di un’assassina invincibile Nie Yinniang (Shu Qi), tradita dalla sua famiglia, che si trova di  fronte a una decisione che cambierà per sempre la sua vita. Il film è ambientato nella Cina del 9º secolo e, per la prima volta nella sua carriera, il regista di Taiwan ha deciso di rappresentare la tradizione wuxia. Ma rispetto ad altri film ad alto ritmo di arti marziali, che sfidano la gravità, The Assassin è privo di CGI, ha un ritmo lento e la storia viene raccontata attraverso un paesaggio mozzafiato, un sonoro accattivante e dettagli minuziosi.

Hou Hsiao-Hsien è maestro di un cinema  contemplativo, lento, ma  emotivamente e storicamente denso. Insieme a quello di altri registi taiwanesi come Edward Yang e Tsai Ming-liang, il lavoro di Hsiao-hsien si pone nella New Wave cinese in netto contrasto con la sfilza di film d’azione hollywoodiani al cardiopalma. Hsiang-hsien  torna alla radice della Settima Arte, i suoi film sono caratterizzati da campi lunghi, panoramiche, luce naturale, grande attenzione ai particolari e spesso poco spazio è lasciato al dialogo.

IRisultati immagini per the assassin filmn The Assassin gli  interni e i paesaggi si crogiolano al lume di candela o alla luce del sole, i magnifici costumi dei personaggi aggiungono sfumatura alla scena già ricca di  tonalità. Un florilegio di oggetti e scenografie coreograficamente perfette, per la gioia degli occhi, dai tessuti ai mobili, dai guanti di pelle nera di Yinniang agli ornamenti a forma di pugnale tra i capelli. Per poter godere di questo film si deve soccombere al suo ritmo e permettere a se stessi di accettare una trama troppo stratificata per preoccuparsi di essa.
la messa in scena di Hsiao-Hsien è impegnativa e la trama labirintica, le scene di combattimento sono un fulmine veloce, e si sente spesso, prima o piuttosto che vedere, il fruscio della lama o della freccia, con un’eleganza unica, in armonia con il resto del film. Non c’è spargimento di sangue, non c’è gore. Ci rendiamo conto che qualcuno è stato ferito, da una spaccatura in una maschera di metallo o da uno squarcio su una cintura.

Risultati immagini per the assassin filmIl mondo del cinema è ancora molto maschilista, ma al di fuori di Hollywood, registi come Hsiao-Hsien stanno cercando di raccontare storie femminili. La combinazione di tecniche cinematografiche lente e studiatissime e la narrazione di forti personaggi femminili porta una nuova dimensione nelle storie, i film di Hsiao-Hsien trasportano il pubblico al cuore dell’esperienza femminile.

Godetevi questo film come se steste ammirando un’opera di Dong Yuan, pittore del 9º secolo.