POESIA

Fanciullo inerme

di Nancy Amato

 

Rannicchiato stai
in uno stropicciato
lenzuolo sporco.
Nascondi la vergogna
nel tuo amico cuscino.
urlando muto
il dolore nel tuo silenzio.
Maledici confuso
chi ti ha messo al mondo,
mentre la sua viscida mano
tocca il tuo corpo fanciullo
nel buio dei secondi lenti
che soffocano il diritto alla vita.
Il tuo tenero corpo è inerme!
Tremi piangendo
sotto la mano assassina del mostro.
Chiudi la tua anima nel sogno del domani
e nel sorriso dei giochi
del bambino che non c’è più.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...