Rubrica

Prosa Blues. Guido Gozzano, Viaggio in India

di Laura Bonelli

 

cpj_ViaggioInIndia-500x500.png“Al primo ponte tutto il corteo si arresta, come per intesi, e solo qualche figura bianca segue il cadavere: parenti più consanguinei, la madre, il padre, un fratello. La barella è deposta dinanzi alla porticina aperta; i seguaci sostano pochi secondo dinanzi al cadavere, forse per una preghiera d’addio. Di fronte è il dastur, il sacerdote Parsi, con due addetti. Non altri, non altro; nessun gemito, nessuna lacrima, nessun gesto tragico; forse anche nella religione del Parsi, come in quella dei Bramini e dei Buddisti, è cancellato il senso che noi occidentali abbiamo dell’io, e la loro filosofia millenaria attenua lo strazio del distacco senza ritorno”.
guido gozzano durante il viaggio in india.jpgPochi anni prima della sua morte, nel 1912, il poeta Guido Gozzano compie un viaggio in India in cerca di un clima più adatto alla sua precaria situazione fisica. E’ un trentenne che affronta un’ avventura in una terra lontana con curiosità e intelligenza, nello stile dei globetrotter europei di quegli anni, affascinati dall’esotico. Scrive delle lettere, in forma diaristica, in cui narra il percorso che compie, fra tradizioni lontane e incontri particolari, accompagnati dalle sue riflessioni. Nel centenario della morte di Gozzano questi scritti vengono riproposti nel volume “Viaggio in India” (Graphofeel Edizioni).
E’ l’occhio di un intellettuale che confronta il suo sapere con l’evidenza dei fatti, che spera di trovare risposte interiori nella culla millenaria della spiritualità e si scontra con una realtà fatta di riti spesso svuotati del loro fervore. Ma anche la descrizione di luoghi bellissimi e magici, raccontata con la maestria di un giovane poeta che riflette sui significati, sulle differenze e sulle distanze tra Oriente e Occidente.
Il libro è curato dalla regista Roberta Ricca, che da trent’anni si dedica allo studio della cultura e della filosofia indiana e chiarisce con le note a piè pagina molti termini indiani riferiti ai luoghi ed è corredato da immagini e fotografie dell’epoca.

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...