CineRecensione

Zeta. I dolori di un giovane rapper

di Sarah Panatta


Il primo film hip-hop in salsa tricolore, dal 28 aprile nelle sale, l’esperimento filo americano dal videoclipparo, già regista action-ibrido Cosimo Alemà

Easy, sparire, volare, tornare, “quando il sole cala piano”, easy, “izi”. I dolori del giovane rapper.

Freestyle, dai casermoni fantasma ai palchi, dai tetti grigi alle sale di registrazione. Dalla A alla Zeta. “Io sarò Re e tu sarai Regina”. Dalle stalle alle stelle, ancora stalle e… Sillabazioni facili di emozioni strette in gola. Potrem(m)o essere eroi, anche noi, almeno per un giorno. Noi che dal ghetto di miserie quotidiane speriamo di non doverci mai guardare indietro, noi che bramiamo scalare la vetta, qualunque essa sia, e restare in cima. Ma si fa guerra fuori, quando la guerra è dentro, perché siamo tutti stranieri, cuori “affogati” nell’inverno dello scontento, cuori trafitti, traditori traditi, rapiti, riscattati, tra bagliori di ori e lamiere, nella periferia del viaggio verso la propria identità.

Vent’anni, orfano di madre e figlio di padre umile, da Genova alla Capitale tra un banco di pescheria e i vicoli dello spaccio, sotto la felpa del centro commeriale rabbia ardente, e parole in cerca d’autore. “Sono Alex, questa è la mia storia”. Incipit e plot filoamericani per la parabola di un rapper alla scoperta di se stesso, dell’amore e della gloria, nelle sue forme audaci, laceranti, elettrizzanti.

Diretto da Cosimo Alemà, Zeta, dal 28 aprile in sala. Autore sulla breccia, nel mondo degli spot commerciali e dei video clip, Alemà sforna sin dai primi anni ’90 una profusione di video per le grandi personalità musicali italiane, Zero Assoluto, Fabri Fibra, Club Dogo, Subsonica, Mengoni, Anna Tatangelo e compagnia mista. Nel 2011 l’exploit cinematografico, con la sua opera prima, l’horror Un giorno senza fine, mentre nel 2013 dirige un insolito action, rocambolesco, cinico e drammaticamente impregnato di umori antropologici e sociali seppur ridotti ai minimi termini, La Santa.

cast zetaCon Zeta i mondi di Alemà scivolano “easy” l’uno sull’altro in questo romanzo di formazione, in cui Alex perde definitivamente l’innocenza (le canzoni provate in garage con gli amici, il tifo alle partite di pallavolo, le serate alcoliche rassegnate ma divertite, l’erba venduta ai coetanei altrettanto spaesati), trova l’occasione inattesa per esibirsi e passa da una produttore all’altro, metabolizzando(ne) feste, scazzottate, vuoti esistenziali, appartamenti troppo vuoti, presunzioni, egoismi, vizi, promesse. Finché la morte ferisce di soppiatto la sua vita come quella dei compagni di sempre, e Alex si costringe a cercare un palco diverso, nello spirito prima che sulla folla.

Musical-biopic forse, geometricamente aggrappato alle sbavature ritmiche di una battaglia a colpi di strofe, sniffate, accoltellamenti, baci rubati sotto ai portici, famiglie disfunzionali e stereotipi dello show biz. Fiaba scura che ai dialoghi inevitabilmente mocciani, che sfiorano appena il contesto in cui i protagonisti sono immersi, aggancia l’adrenalina di un montaggio serrato e fluido, nonostante i 100 minuti del film. Alemà compone con tecnica rodata il suo racconto di e per gioventù (quasi) bruciata, a metà tra Fame, Eight Mile, Amici defilippiani, popolato di star dell’hip-hop tricolore, da Fedez, a J-Ax (sogno/apparizione nel cesso dei grandi magazzini), da Clementino, a Ensi, passando per Briga, Rocco Hunt e Baby K (alcuni nei panni di se stessi).

Tutto in prima persona rap, con la voice over nonché doppio anzi raddoppiamento del protagonista, che ripercorre in parte anche la propria biografia, infatti Diego Germini, interprete di Zeta, è nella realtà il rapper Izi, classe 1995, qui al suo esordio attoriale e autore di alcune musiche della colonna sonora.

Cosimo AlemàUn’opera confezionata per i teen e non solo, che stanno a metà, “né bruchi né farfalle”, e nella matematica della sopravvivenza sperano di fare la differenza, eroi forse, per un giorno. Easy…

Regia: Cosimo Alemà

Sceneggiatura: Cosimo Alemà, Riccardo Brun

Cast: Diego Germini, Irene Vetere, Jacopo Olmo Antinori,

Salvatore Esposito, Clementino, Francesco Siciliano, Aldo Vinci, Fedez, J-Ax, Martin Chishimba, Eradis Josende Oberto

Fotografia: Edoardo Carlo Bolli

Montaggio: Maria Fantastica Valmori

Produzione: 9.99 Films, Panamafilm in collaborazione con Sony Music Italy

Distribuzione: Koch Media

ITA 2016

Durata 100 minuti

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...