Poesia. L’Era di Planck

di Michele Ciliberto

 

In un carnaio sanguigno

mulatte bruciano le luci

che la sera intrepida

raccoglie.

E’ l’Era di Planck a ristagnare di verdastri timori

i cieli della nostra ostinata vita.

 

E non il passato ci abbaglia

perché ciò che è stato

è stato per una goccia di meraviglia.

 

E non il futuro ci guida

perché ciò che sarà

sarà solo una taciuta sfida.

 

Vi è un destino vissuto

giorno per giorno

che non conosce futuri sicuri

ma al di qua di questo

tramonto

ha regalato al giorno passato

una luce di fioca Storia.

 

Così tra la Genesi e la vita

cala il mistero

ed io ignaro so

di doverlo mantenere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...