Rubrica

Salt Peanuts. Altri mondi musicalmente possibili.

di Cosimo Ruggieri

GTO’S (parte III)

Frank Zappa pagava un onorario di trentacinque dollari a settimana alle Gto per incitare le ragazze a scrivere canzoni e a provare. Il tutto avveniva con l’aiuto di Pauline Butcher, la sua segretaria inglese, che si era impegnata a seguire il progetto e a dargli una quadratura. Il 5 dicembre le Gto si esibirono allo spettacolo natalizio delle Mothers of Invention allo Shine Auditorium con Wild Man Fischer e Alice Cooper. Una settimana più tardi, le Gto erano in studio di registrazione con Zappa che faceva il direttore d’orchestra e anche Jeff Beck, Nicky Hopkins e Rod Stewart. La macchina pubblicitaria si mise in moto, furono scattate le foto per l’album e le Gto si ritrovarono in copertina sulla rivista Teen Set.

Outrageously_-Permanent_Damage-1969Poco tempo dopo Miss Cynderella, Miss Mercy e Miss Christine furono arrestate per consumo di eroina. La polizia trovò una siringa che galleggiava nel water in una stanza al Landmark Motel: Frank sospese subito i pagamenti e bloccò la pubblicazione dell’album. Non le perdonò fino alla fine del giugno del 1969, quando ricominciò a lavorare sul loro album.

L’8 dicembre del 1969 uscì finalmente il disco delle Gto intitoltato Permanent Damage, per la casa discografica Straight. Il disco contiene diciotto canzoni di genere Psychedelic rock, Avantgarde, Experimental music; la critica non se ne accorse nemmeno, il disco non ebbe molto successo, veniva trasmesso sopratutto dalle radio hippie, non entrò nemmeno in classifica. Diventò in seguito uno degli album più rivalutato della fine degli anni Sessanta. Zappa affermò: “ho finito il loro album, e il mio partner della casa discografica lo ha ascoltato solo stasera prima della scadenza della consegna, gli ha fatto schifo, diceva che non potevamo pubblicarlo, diceva che nessuno al mondo avrebbe accettato di distribuire il disco”. Le canzoni del disco Permanent Damage si basavano sulle vite delle Gto o anche sulle vite di persone che conoscevano.

Nel testo di TV Lives, Cristhine raccontò di essere un cucciolo di televisione sua madre era un tubo catodico e suo padre una manopola: “quando sono triste, le mie righe orizzontali calano e quelle verticali saltano. Ma quando sono felice, l’indicatore della luminosità è al massimo”. Le canzoni parlavano anche del pericolo dell’autostop, di amori giovanili di Captain Beefheart e della loro vita da groupie. In Miss Christine’s First Conversation With the Plaster Casters of Chicago, c’è registrata una conversazione telefonica tra Miss Christine e Cynthia Plaster Caster, nella quale Miss Christine fa i complimenti a Cynthia per i suoi diari. Frank Zappa voleva fare un catalogo e una mostra con opere delle Plaster Caster di Chicago, e a questo scopo aveva fatto dattilografare i diari di Cynthia e aveva registrato le loro conversazioni con altre Gto.

Frank aveva firmato un contratto con la Stein&Day per la pubblicazione di un libro di politica, ma la scadenza del 1 gennaio del 1969 si avvicinava e non aveva scritto nulla, così in alternativa mandò alla casa editrice i The Groupies Paper. Cynthia si trasferì a Los Angeles e firmò con la società di Zappa. Cynthia racconta che all’epoca in cui Frank la scoprì, lei era una semplice impiegata che lavorava ad una macchina perforatrice. Lui fu il primo a definirla artista, per lei quello che faceva era spontaneo e divertente, lei non aveva mai pensato che potesse essere un’arte.

Quando tornò a Chicago, Cynthia lasciò i calchi dei peni in custodia nella cassaforte di Cohen e li chiese indietro nel 1991 sebbene Cohen pensava che fossero di sua proprietà. Nell’autunno del 1991, Cynthia intentò un’azione legale contro Cohen per avere indietro i suoi calchi e ci vollero due anni per arrivare all’udienza preliminare. In quella occasione affermò:“sono stata alla sbarra dei testimoni per quasi due giorni, parlando di cazzi in un’ aula di tribunale presieduta da un giudice donna dallo sguardo imperturbabile. Non è stato divertente come sembra”. Nel giugno del 1993 riebbe indietro i suoi calchi e diecimila dollari di risarcimento danni.

Le canzoni parlavano di un po’ di tutto, anche delle loro esperienze nell’ora di ginnastica, come ad esempio in Who’s Jim Sox? Nessuna di loro aveva mai scritto un testo; le loro erano più che altro delle feste tra amiche, dove ci si scambia confidenze. Il loro era più che altro un pretesto per far conoscere le loro idee e far capire come erano diventate quello che sono. La canzone Rodney è ispirata al Disc jockey Rodney Bingenheimer – di cui le Gto erano talvolta ospiti – e alla sua importanza nella storia della musica.

Nel libro Sto con la band. Confessioni di una groupie, Pamela Des Barres racconta: “che era una figata fare la pipi nel bagno di Rodney e sfogliare il suo portfolio in continua espansione mentre te ne stavi seduta sulla tazza del cesso”. C’erano anche canzoni dedicate ad altri musicisti, come ad esempio I’m In Love With The Ooo-Ooo Man, dedicata a Nick St. Nicholas, membro degli Steppenwolf .

Pamela descrive nel suo memoire la registrazione del disco: “Eravamo tutti nel piccolo studio poco illuminato, canticchiando insieme a Mercy che cantava Shock Treatment in modo stonato, quando entrò la Jeff Beck Group… sono stata molto contenta di vedere che Jeff aveva portato con se Rod Stewart, che per noi tutte divenne istantaneamente amichevole così cominciammo a chiamarlo Rodney Rooster (gallo) per il suo bastone e la sua pettinatura all’insù. Frank mise subito Jeff (Beck ) e Nicky (Hopkins) al lavoro, aiutando i nostri magri sforzi in modo brillante… Dopo l’assolo di Jeff (Beck ) su The Garbage Eureka Springs Lady siamo usciti alla periferia di Glendale chiamando ad alta voce “Rodneeeee, Rod-neeeee!” finché non lo abbiamo trovato seduto sui gradini di una scuola elementare, stizzito e irritato come se fosse stato estromesso (dalla registrazione), lo trascinammo di nuovo in studio, dove migliorò la canzone Shock Treatment, con la sua voce che era come carta vetrata. Siamo tutti rimaste in cerchio ad ascoltare con le cuffie, seguendo l’esempio di Rod Stewart : Shock Treatment, oh let me go-oo, shock treatment, oh let me go-oo. Non riuscivo a credere ai miei occhi e alle mie orecchie. Frank sorrideva e dirigeva con la sua bacchetta, le ragazze miagolavano come meglio potevano, Rod aveva gli occhi chiusi e sudava ed emetteva lamenti, Nicky (Hopkins) e Jeff (Beck) si dondolavano per la musica, e io ero nel bel mezzo della mia sessione di registrazione!”.

Nel 1969 Zappa provò a predire il futuro delle Gto: “alla fine la maggior parte di loro si sposerà con comuni lavoratori: impiegati, operai, dei tipi qualsiasi”. La sua predizione era totalmente sbagliata. Christine si è trasferita sulla East Coast dove ha curato i suoi problemi alla schiena. E’ morta di overdose di eroina nel 1972 a 22 anni nella casa che aveva affittato da Jonathan Richman, cantante del gruppo Jonathan Richman & The Modern Lovers (per intenderci quelli della canzone Ice Cream Man che ricordo veniva mandata in onda in modo massiccio da Prince Faster su Radio Rock, una radio locale romana nata tra il 1984 e il 1985).

Secondo Pauline Butcher se Frank Zappa aveva una Gto preferita, questa era Christine. La voleva lanciare come modella e la scelse per la copertina di Hot Rats. Nessuno saprà mai se si trattò di un incidente o se l’avesse programmato .

Pamela Miller si è sposata con Micheal de Barres, cantante del gruppo Power Station da cui ha avuto un figlio. Ha scritto molti libri con il suo nome da sposata, raccontando il mondo delle groupie, ad esempio Sto con la Band confessione di una Groupie del 1987.

Mercy Fontenot, il cui vero nome è Judith Edra Peters, si è sposata con il figlio del pioniere del rhythm and blues Johnny Otis dal quale ha poi divorziato. Negli anni 90 ha smesso con le droghe pesanti e avuto un altro breve matrimonio, ora vive a Los Angeles. Una sua interessante intervista si può trovare qui http://juicemagazine.com/home/miss-mercy-the-gtos/.

Cynthia Sue Wells ha sposato John Cale dei Velvet Underground nel 1971 dal quale ha divorziato nel 1975. La canzone di John Cale Guts nel primo verso recita cosi: “The bugger in the short sleeves fucked my wife”. Un riferimento a Kevin Ayers chitarrista dei Soft Machine che era andata a letto con sua moglie. Cynthia Sue Wells è morta il 19 febbraio del 1997 a Palm Desert in California. La sua morte non è stata riportata fino al 2007 quando Pamela Des Barres non la menzionò nel libro Let’s spend the night together-Stanotte stiamo insieme nel quale inavvertitamente scrive l’hanno, sbagliato, della morte, sostenendo che era morta in circostanze sconosciute.

Lucy Offeral si è sposata con Gordon McLaren, bassista di un gruppo che per caso si chiamava The Groupies. Hanno divorziato nel 1981 dopo aver avuto un figlio. Lucy si è risposata altre due volte ha avuto un altro figlio, morto a causa dell’Aids a dieci anni. Lucy muore nel 1991 a causa dell’ Aids che anche lei aveva contratto.

Sparkie Parker conosciuta anche con lo pseudonimo di “Sharkie Barker”, ha registrato una parte vocale per la canzone Disco Boy inclusa nel disco Zoot Allures di Frank Zappa del 1976; ha lavorato come production designer per la Disney e altre case cinematografiche. Vive nella contea di Los Angeles e conduce una vita molto riservata.

Sandra Leano ha dato alla luce la figlia di Calvin Schenkel, Raven, ma non lo ha mai sposato. Schenkel è l’artista che ha realizzato molte copertine per i dischi di Frank Zappa, i Mothers of Invention, Lenny Bruce,Wild Man Fischer, Captain Beefheart & the Magic Band, i Fugs e molti altri; inoltre ha creato il logo della casa discografica di Zappa Bizarre Records e anche la copertina del disco delle Gto Permanent Damage. Sandra è tornata a San Pedro dove è nata e dove ha sposato Bradley Harris dal quale ha avuto tre figli, per un certo periodo hanno vissuto in Italia. E’ morta di cancro al seno il 23 aprile del 1991 ad Albion in California.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...