News: Dalla conferenza stampa dell’Isola del Cinema di Roma

“LumierAzioni” all’Isola del Cinema di Iolanda La Carrubba

di Iolanda La Carrubba

Giunta ormai alla sua XXI° edizione L’isola del Cinema quest’anno è dedicata all’anno mondiale della Luce dichiarato dall’ UNESCO.  Tante le emozioni che ci ha regalato questo nobile evento custodito nella fiabesca cornice dell’isola Tiberina di Roma, non solo cinema di indiscutibile qualità tra cui grandi nomi del cinema internazionale, ma anche musica, poesia, mostre fotografiche e di arti visive.  Un festival/evento che affettuosamente anno dopo anno, regala al suo pubblico emozioni sempre nuove colme di cultura e fascino.
Giorgio  Ginori direttore artistico del Festival dichiara:  – Quando pensavo di dedicare questa edizione al tema della Luce… avevo in mente l’invenzione dei Fratelli Lumière di 120 vent’anni fa… Fra i tantissimi grandi Maestri che hanno dato lustro alla Settima Arte…mi piace ricordare un amico, Tonino Guerra, sceneggiatore e poeta… ero solito andare a trovare nel paesino di Pennabilli, sulle alture di Montefeltro… in uno dei nostri incontri mi disse “Oggi abbiamo parlato di tante cose… e io sono bravo con le parole… so affabularle… so scrivere. Ma ricorda tu che sei appassionato di Cinema, che il Cinema è Luce”. Questo … ricordo mi porta a pensare che anche quando… il linguaggio cinematografico si avvale delle migliori tecniche digitali, nel nostro immaginario la Luce rimane sempre quell’elemento che nel buio della sala riesce a dare vita e ad esaltare le nostre emozioni. Alla conferenza stampa tenutasi il 24 giugno presso  il Museo di Roma in Trastevere, sono intervenuti molti ospiti illustri. Apre la conferenza il direttore artistico  “venti anni fa avevamo tre linee guida di questo progetto… Mi ricordo i primi corti i primi film di Garrone e Sorrentino…” Ginori che fin dalle prime battute ha catturato l’attenzione della sala, procede nel racconto calmo e caldo dove si percepisce un forte impatto emotivo “… Abbiamo il privilegio di avere uno spazio che é patrimonio dell’umanitá… e in questa edizione l’idea del salotto è rinforzata dalla presenza preziosissima dell’Istituto L.U.C.E. di Cinecittá.”
E’ da sottolineare che nel 2013 il Fondo Cinegiornali e Fotografie dell’Istituto L.U.C.E. è entrato unico tra gli audiovisivi nel prestigioso registro “Memory of the World” dell’UNESCO. Il presidente e amministratore delegato dell’Istituto Luce-Cinecità dichiara : – … per l’immaginario Italiano il L.U.C.E. è il cinema degli inizi, e i Lumière stessi sono ospitati nel nostro grande archivio di immagini… in questa edizione portiamo tanto del nostro patrimonio… per tre mesi il pubblico vedrà molti dei nostri 90 anni di storia.-
In conferenza ora le Biblioteche di Roma, particolarmente presenti con il progetto Mamma Roma e i suoi quartieri, un concorso video che invita gli autori a raccontare del proprio quartiere attraverso l’uso delle diverse tecniche cinematografiche. ” In questo momento l’informazione al linguaggio dell’immagine è molto importante… Perché i giovani si avvicinano di più alla lettura attraverso il cinema… Le biblioteche devono essere considerati dei moltiplicatori, che moltiplicano le opportunità”. Tre  vari “Amori” di quest’anno anche l’Isola Mondo, un festival interamente dedicato alla cinematografia internazionale. E’ una sezione realizzata in collaborazione con le Ambasciate e gli Istituti di Cultura presenti a Roma, e con il supporto di distribuzioni di tutto il mondo che rappresenta un’ indispensabile  opportunità di fruire quei film internazionali che non hanno distribuzione sul territorio romano.

Il 2 luglio si terrà l’inaugurazioni delle serate speciali l’Ile Lumière, un fil rouge che attraverso un gioco di rimandi porta la Settima arte alla Luce attraverso un percorso che vede L’Italia e la Francia protagoniste. La serata di gala, vede accendersi i riflettori sul film “La famiglia” di Ettore Scola nominato nel 1987 alla Palma d’Oro (mettere trama del film).

 

Tra cui nasce Cinema dal vivo un’idea del regista Aureliano Amadei per creare un film collettivo con grandi nomi del cinema per fare un omaggio ai Fratelli Lumiere.

Ringraziamenti finali a tutti i sponsor in particolare che in questa edizione ded renoult e group amacata a vile Lumiere… Il sei luglio verrá proiettato l’arte de la fughe.

Aureliano Amadei si domanda se c’é ancora qualche giornalista in sala.. C e una karcia sull’ISOLA.. La  Trasformeremo in un bivacco.  Sempre ironico e brioso inizia a descrivere il suo progetto di intuizione geniale… Dice l’Isola del cinena e ornai l’unica realtá dove ancora ci sono incassi al cinema .. Cmq celebrare i 120 anni con pubblico pagante é formidabile é cio che ha portato questa arte avanti é stato proprio grazie al pubblico pagante.. In occasione di questo si fará una festa di 60 giorni dove si girerá usando una tecnica simile a quella dei Lumier… I corti saranno proiettati al Cinelab e i 15 senior che per ora sono (nomi)..

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...