Teatro

NoTeatro – ‘NO TAVevodetto’.

Quando a teatro si possono trovare divertimento ed elementi di conoscenza e riflessione

di Maurizio Archilei

 

downloadSe la TAV diventa un’occasione di condivisione, progresso personale, civile, culturale.

C’è una protagonista, Maria. C’è un lavoro, il macchinista. C’è una società soffocata da una prospettiva di progresso che è illusoria e si chiama TAV. Maria, partendo da un quartiere popolare, approderà al lavoro della sua vita, punto di vista privilegiato da cui potrà osservare il dietro le quinte di quest’inganno alla base di un’ubriacatura sociale pervasiva.

Correndo sulle rotaie, chilometro dopo chilometro, in un viaggio che la porterà a toccare luoghi e tempi differenti dal suo, conoscerà cosa si cela dietro una delle “grandi opere” del nostro paese, quella sulla quale, forse, esiste il maggior consenso bipartisan di sempre. E conoscerà i motivi di questa condivisione di intenti tra la destra e la sinistra parlamentare, finendo per cambiare completamente posizione.

Il linguaggio passa con disinvoltura da quello simbolico, di cui si apprezza la potenza e precisione, a rimandi e influenze della commedia dell’arte (da dove provengono i due attori), risultando efficace, chiaro, semplice da leggere nonostante la complessità dell’argomento proposto. Paradosso, figure grottesche, situazioni al limite dell’esagerazione creano infine un effetto comico coinvolgente quando tracciano con fedeltà uno spaccato della nostra realtà.

No TAVevodetto è uno spettacolo di teatro “politico”, come i suoi autori (Laura Pece e Stefano Greco) tengono a definirlo. Se si cerca uno spettacolo neutrale, e si vuole credere che su un argomento così sia possibile ricevere un tipo di informazione non di parte, siete nel posto sbagliato. Ovunque voi siate. La loro posizione è netta. Chiara. Il percorso ha un approdo dichiarato. Un invito onesto ad ascoltare le ragioni di chi al progetto dell’Alta Velocità oppone un no consapevole, andando a fondo delle questioni ed i meccanismi che governano il fenomeno sociale in questione, mettendo a nudo le dinamiche perverse che tengono uniti mondo degli affari e politica, o tracciando traiettorie meno nette, ma che stimolano e richiedono un lavoro interiore di connessione da parte dello spettatore.

Se si vuole assistere ad uno spettacolo che informi, si rischia di tornare a casa con pagine di appunti. “No TAVevo detto” è portavoce di quel punto di vista oscurato dal nostro sistema informativo, nel pieno di quel costume malsano che è diventato abituale di ragionare non ascoltando mai la controparte. Chi vuole avere elementi per capire di più ha, con questo spettacolo, una preziosa occasione. Sarà per questo che, dopo 55 repliche in tutta Italia in oltre 2 anni, la rappresentazione ha trovato e trova forti resistenze soprattutto nelle zone interessate in maniera più diretta ai lavori per la Tav.

Già 4 i boicottaggi realizzati tramite pretesti vari da parte di enti pubblici e privati. Il progetto della Tav, del resto, è esso stesso un pretesto. Per chi lo appoggia avendo degli interessi, come spiega lo spettacolo, e per gli autori dello spettacolo stesso, dal momento che si formula un invito a liberare la propria mente e la propria esistenza da costrizioni e limiti imposti che hanno caratteristiche universali. Una presa di coscienza costretta a staccarsi dai binari sui quali parte e va in accelerazione. Un esercizio che si basa su concetti quali la contrapposizione legalità/legittimità, la dignità umana, l’onesta, la libertà. Assolutamente da non perdere.

Spettacolo di e con Laura Pece e Stefano Greco

Musiche di Francesca Bertozzi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...