Poesia: Preludio

Preludio

di Patrizia Stefanelli

 

Quali versi dissolvono davvero

le sensazioni plasmate dai sogni

le inesatte visioni di dolore

della carnalità, l’albeggio incauto

quel lieve distillio di note for…

me, and for you for more?

 

Una ad una le dita vanno a sfioro

a tasti neri poi bianchi poi, liberano

arie di strane alchimie, al florilegio

si aprono dei bei campi a primavera

d’erbe e corolle al collo di fanciulle.

Una ad una si cercano, le note,

eccole al Maestrale verso Alcyone

per tornare vestite del lucore

tremulo dei crepuscoli stellari

come un coro di rondini.

Una si attarda, rientra sola mentre

già suona melodia.

Goccia che lenta arriva

preludio al tema di felicità.

 

For me, for you for more…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...